GRANDE FRATELLO E L'ESALTAZIONE DEL DOLORE ARTIFICIALE


Ci sono andati giù pesanti ieri sera gli autori del Grande Fratello. In crisi d’ascolti e con la bicicletta del bonaccione Don Matteo che fiancheggiava la spider del reality Endemol, si è tentata l’ultima accelerazione, perlomeno per arrivare in testa dopo la prima curva. La sovrapposizione tra i due programmi ci dirà quale dei due ha svoltato l’angolo prima, ma sicuramente il GF s’è preso una bella sbandata, con rischio decapottamento.

La mossa di superare il proprio limite fisologico era già nota da alcuni giorni prima: doppia eliminazione, e naturalmente le nomination finali. Tra i due chiamati al patibolo sette giorni fa, è toccata alla madre-fanciulla Patrizia abbandonare il gioco, dopo che sia lei che Rosario, lo sfidante, si sono prestati al tiro al massacro cercando di contrattaccare alle domande spinose formulate dai loro ex inquilini ora in studio con la Marcuzzi. Il confronto Prodi-Berlusconi ha trovato un degno e sanguinoso erede fatto in casa e senza vip di rilievo. In compenso, la miccia della rissa era stata accesa prima della diretta, con un violento alterco tra Fabiano e Augusto, che saranno poi protagonisti nell’ultima parte della serata.

Gli strascichi si sentiranno, infatti, dopo le 23, quando arriva il momento, dopo la solita e snervante sacralità della prima uscita, della sorpresina che la Marcuzzi millantava continuamente, alla stregua della pubblicità del digitale terrestre Mediaset. Ok, ragazzi, ora scegliete un nome da cacciare fuori, immediatamente. E’ il panico. Si pensa ad uno scherzo, invece ti vedi arrivare Augusto con un contenitore in plexiglass, l’urna dove finiranno le schede di votazione, rigorosamente verdi. Dopo il confronto Prodi-Berlusconi a forza di lazzi, ora si passa al voto. E’ tempo di elezioni nella casa del Grande Fratello. Voto però espresso a voce, non segreto. Il peggio arriva quando, poichè si è in parità tra Fabiano e Augusto, tocca a Filippo, Man Lo e Simona, che non avevano indicato i due come candidati all’eliminazione, decidere la sorte dell’umanità. E parte il dramma. Per prima si trincera in confessionale Man Lo, sbarazzina come al solito, che spara su Fabiano. E’ il siparietto più grottesco, quello con la Marcuzzi come se tendesse l’orecchio ad una psicopatica, che potrebbe rendere la serata anche un pizzico divertente. Poi entra Filippo, già con i nervi girati, che tira fuori una monetina e decide come l’arbitro di calcio chi elminare: Augusto. Ma il metodo non lo soddisfa, esce dal confessionale e prende a sassate il bagno. Filippo (Nardi) aveva fatto di meglio. Poi arriva Simona, crocifigge Fabiano, ma esonda in lacrime. Il dramma sta per arrivare inesorabile. Ed esplode quando Man Lo ritorna in confessionale, decisa a cambiare la votazione per salvare il romano ex palestrato, perchè ha bisogno di soldi. Ma nulla da fare, la Marcuzzi (o chi per lei) è inflessibile, tocca a Fabiano togliere il disturbo. E’ la fine dell’armonia umana. Isterismo collettivo: Man Lo dà da matti, annegata nella disperazione, a stento Rosario ed Eleonora tentano di riportarle il senno. La telecamera orrida indugia sulla scenetta per una decina di secondi. Nello studio la Marcuzzi trattiene con difficoltà i goccioloni. E’ il GF umano. Vedete, anche i reality insegnano qualcosa, pure loro piangono. C’era un modo per evitare la devastazione da piagnisteo dei concorrenti? Ok, mi stavo per commuovere pure io. Si piange a contagio, come col domino. Poi ho ripreso la mia espressione e mi sono spaventato di me.

Alla fine Fabiano non se ne va. I rimanenti in casa accettano lo squallido baratto, che sa di tangente, per riavere il romano tra di loro. Rifiutano 100.000 euro, sottratti dal montepremi finale (di due miliardi di lire). Evito di andare a cercare i motivi di questa decisione. Senz’altro Fabiano è una delle personalità più forti, che regge il gioco e il pubblico. Toglierlo di mezzo sarebbe stato pericoloso. Così si pensa se vogliamo fare i maliziosi. Oppure il GF non se l’è sentita di proseguire con una settimana di torrenziali piogge di lacrime e ha deciso di non decidere nulla. Qualsiasi sia il movente, gli autori avrebbero potuto evitare il dramma emozionale. Anche se, dopo 5 minuti, tutti erano già col sorriso. Lo chiamano reality, sissignore. Almeno sarà servito a qualcosa tutta questa messainscena? Per ora i due contendenti sono arrivati al traguardo al fotofinish. Senza dubbio, il GF ha perso dignità nella speculazione del dolore, al di là della correttezza di un regolamento che in corsa è trafitto di modificazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: