GRANDE FRATELLO / ANALISI AUDITEL DELLE 6 EDIZIONI


Domani sera si conclude la sesta edizione del reality capostitipe della nuova generazione televisiva, Grande Fratello. Un’edizione che molti hanno bollato come insoddisfacente, millantando un GF in crisi, incalzato sempre più da Don Matteo e scorticato da una conduzione, quella della neo-subentrata Alessia Marcuzzi, non troppo brillante e spontanea. Molti, leggendo per i vari blog, hanno proposto cifre, continuamente si tentava di salvare i risultati del 2006 con i dati Auditel, con le continue sovrapposizioni, prelevando settori di pubblico specifici. Allora ho deciso di spulciare il mio personale archivio e di dare un’occhiata ai dati d’ascolto delle precedenti edizioni, per capire se davvero si può parlare di crisi, analizzando anche, per le ultime edizioni, la controprogrammazione della rivale RaiUno, emersa ultimamente agli onori della cronaca. I dati che ho raccolto non tengono conto dell’ultima puntata. E’ quindi presa in esame la media Auditel delle puntate precedenti la finale.

GRANDE FRATELLO 1 (14 settembre 2000 – 21 dicembre 2000) – 15 puntate // 9.366.000 – 35,12% (su 14 puntate)

E’ stata la prima edizione, la più seguita, la più amata, condotta da Daria Bignardi. Complice l’assoluta spontaneità dei concorrenti, che non sapevano minimamente che cosa sarebbe aspettato loro una volti fuori dalla Casa, e al contempo lo sviluppo lineare del format di John De Mol, senza le macchie di tuguri, suite e altre amenità/punizioni, il reality tira fuori, nell’ultima puntata, uno share che sfiora il 60% (59.97%) con 16.019.000 telespettatori. E dire che la partenza non era stata delle migliori: rispetto alle grandi premesse e all’aspettativa di rete, il GF esordisce con un "misero" 24.78%, per poi trasformarsi rapidamente in un 31% già alla terza puntata. E’ un continuo crescendo: l’undicesima puntata fa segnare il 42,99% (11.684.000 telespettatori), che diventa 44,58% alla penultima puntata. La concorrenza di RaiUno, che vedeva, all’esordio del GF, un varietà di Mara Venier e Massimo Lopez, aveva gioito, salvo poi iniziare a penare. Vincitrice è Cristina Plevani.

GRANDE FRATELLO 2 (20 settembre 2001 – 20 dicembre 2001) – 15 puntate // 7.825.000 – 31,31% su 14 puntate effettive (senza speciale infrasettimanale del 22/10/2001: 7.962.000 – 32.10%)

Dopo il botto della prima edizione e l’immediata conferma nel palinsesto, il Grande Fratello 2 doveva partire bene, sempre con Daria Bignardi alla conduzione. E l’avvio della seconda stagione, benchè sia di 11 punti di share più alto rispetto alla prima puntata del GF1, fa segnare il 33,04%, tutto sommato un risultato non eccessivo. Ma lo si vede subito, dalle prime polemiche, dall’esclusione di Luana (per via della sua partecipazione a Miss Italia Nel Mondo non specificata agli autori) ai capricci del conte Filippo Nardi, che non sarà un’edizione spettacolare nè indimenticabile. Nel marasma di personaggi che escono, eliminati o autoesclusi, e che entrano, spesso due volte (come nel caso di Eleonora), si distingue soltanto Mascia Ferri e il vincitore, Flavio Montrucchio, subentrato ad un escluso alcune settimane dopo l’avvio. Il reality però non supera mai il 35% di share (34,48& alla penultima puntata), all’ottava puntata tocca pure il 29,95%, fatica ad ingranare, rimanendo oscillante intorno al 31%. La finale fa segnare 10.990.000 telespettatori, 44,18% di share. Immensamente meno rispetto al boom della prima edizione. La Endemol decide così di far riposare il format di un annetto e mezzo, per recuperare l’effetto novita.

GRANDE FRATELLO 3 (30 gennaio 2003 – 8 maggio 2003) – 15 puntate // 8.086.000 – 32,29% (su 14 puntate)

Pausa di un anno e mezzo, dunque, e ingresso nella formula del reality di tuguri e suite, eliminazioni dirette e maggiori sorprese, per restituire interesse al pubblico. Il Grande Fratello passa nelle mani di Barbara D’Urso, la solare e simpatica conduttrice napoletana che in poco tempo realizza il tormentone Ragazziiii, oltre naturalmente a sfoggiare abiti estroversi e dalle linee sgargianti. La partenza, a fine gennaio, regala subito il 35% di share con 8.487.000 telespettatori, per poi però precipitare soltanto dopo 7 giorni al 29,12%, fino a segnare alla quarta puntata il 28.86% di share. Il reality di Pasquale e della sua Victoria, della prorompente Floriana, del bellone Luca, sfonda il muro della trasgressione e sdogana l’eccentricità. Ma dalla settima puntata il reality ha mostrato ottimi segnali di ripresa, si sale sempre dal 32% di share (35,19% miglior risultato di share all’ottava puntata). La penultima puntata tocca il 33,70% di share, ma mediamente il GF3 lascia sul campo almeno 2 milioni di spettatori rispetto alla prima edizione, mentre si conferma più o meno al livello del GF2. La coatta romana alla fine riesce a spuntarla proprio su Victoria all’ultima puntata (10.694.000, 45,11%).

GRANDE FRATELLO 4 (22 gennaio 2004 – 6 maggio 2004) – 16 puntate // 8.261.000 – 33,14% (su 15 puntate)

Passa di nuovo un anno, il format rinvigorito dalle nuove soluzione sperimentate 12 mesi prima sembra piacere, o perlomeno non decreta un fallimento. E il cast della quarta edizione, a mio parere il migliore delle sei edizioni, riesce appieno a valorizzare gli espedienti degli autori, mettendoci naturalmente molto del proprio, realizzando un reality godibile e a tratti esilarante. Patrick, Katia, Ascanio, la vincitrice Serena, personaggi tutti trainati dall’imperdibile Mai Dire Grande Fratello, al pubblico piacciono. E i risultati Auditel, rispetto alle precedenti due edizioni, lo confermano. A partire dall’esordio record assoluto, 9.349.000 telespettatori e il 38,92% di share. Il botto in avvio però dura poco: già alla terza puntata si scende al 28.61, per affondare al 24,80% alla quarta. Ma già dalla quinta si ritorna al 32%, in un crescendo costante che vede all’undicesima puntata il 34.58% e alla quattordicesima il 38,18%. La finale consacra il successo della Cenerentola Serena, ammirata da 11.159.000 telespettatori con il 45,38% di share. Il GF4 è l’edizione che vede il successo storico su Sanremo 2004 condotto da Simona Ventura: la puntata del 4 marzo 2004, con 8.334.000 telespettatori e il 32.26% di share, fa trionfare per la prima volta Canale 5 su RaiUno durante il festival. Ma il GF4 vede affacciarsi, nelle ultime due puntate, dopo una controprogrammazione piuttosto sterile, lo spauracchio Don Matteo. Alla penultima puntata del GF4, Don Matteo realizza il 28% di share (contro il 37,04% del GF) e un ottimo 26% durante la finale del GF4. E’ una prestazione da tenere conto, soprattutto per fare paragoni con la sesta edizione, dove Don Matteo ha impresso più volte il suo sigillo sul prime-time.

GRANDE FRATELLO 5 (23 settembre 2004 – 23 dicembre 2004) – 12 puntate // 6.718.000 – 29,71% (su 11 puntate)

La quinta edizione del Grande Fratello, a rischio e pericolo di Endemol e Canale 5, si snoda nello stesso anno del Grande Fratello 4, nel periodo in realtà tradizionale, dopo il cambio di stagione delle ultime due edizioni. Sempre Barbara D’Urso alla conduzione, cast non eccelso, personaggi stravaganti, a partire dall’eccentrico Jonathan, il vincitore (e non ce ne potevano essere altri degni del premio finale…) finale, che la spunta su un collage di personalità ridondanti e sporadiche, a partire dalla pettineuse de no’antri Patrizia, per finire con Guido, il toscano autore di una sonora imprecazione in diretta, costatagli l’esclusione dal reality con annesso pentimento in studio. E’ sicuramente stata l’edizione più chiaccherata, dove più volte si è superato il limite della decenza, tra sbornie colossali e scambi di coppia non proprio ortodossi. La partenza non è comunque affatto male: 6.886.000 spettatori e il 34,13% di share (+4% su Don Bosco su RaiUno), ma fin dalla puntata successiva si scende sotto il muro del 30%: dal 28,86% della seconda puntata si arriva a stento al 29% di share. fino al 27,97% della decima puntata, con ben 2 milioni di telespettatori persi rispetto al GF4. Endemol aveva pure provato la scommessa della domenica sera, piazzando il reality in prime time ma contro la corazzata Un Medico In Famiglia. Non si fanno però del male a vicenda, mantenendosi sul 29% di share. Ma la fiction di RaiUno riesce ad avere la meglio alla decima puntata: con il 29% doi share supera il GF5, fermo al 27,97%. Una batosta forte, che fa gioire il cast della fiction rivale che per la prima volta supera un reality, e tutti a gridare alla fine del genere televisivo più in voga degli ultimi 5 anni. Il Grande Fratello 4 si riprende nelle ultime due puntate: la penultima fa segnare un netto recupero con il 31,39% ed ha la meglio su Don Matteo, che non supera il 18% di share su RaiUno. La finale invece realizza il 40,04% di share con 8.642.000 telespetttatori: un calo netto, di 5 punti di share e di 2 milioni di spettatori, ma è una finale che abissa Don Matteo al 13% di share.

GRANDE FRATELLO 6 (19 gennaio 2006 – 27 aprile 2006) – 15 puntate // 6.430.000 – 31,08% (su 14 puntate)

In attesa di completare le rilevazioni inserendo gli ultimi dati delle finali, concentriamoci comunque sulla sesta edizione del Grande Fratello, il cui format è stato fatto riposare per più di un anno per consentire una maggiore fruibilità. Cambio di maglia al timone: esordisce Alessia Marcuzzi che lascia Le Iene e rimane supportata da Marco Liorni, l’unico presente ininterrottamente da sei edizioni. Nuovo studio e nuova collocazione della 24 ore di diretta, che passa nelle mani del digitale terrestre Mediaset Premium. Cast particolare e reso meno coagulante dalla divisione in due case, dando vita così ai due gruppi dei Tapini e dei Nababbi. L’effetto novita è subito boom: l’avvio è seguito da 7.633.000 telespettatori per il 36,76% di share e tutti i giornali esaltano il nuovo ciclo del reality (Alessia finisce pure in copertina su Panorama come una delle presentatrici che fanno schizzare l’Auditel). L’effetto sorpresa si mantiene fino alla quinta puntata, quando il reality sprofonda al 29,27, per poi toccare il 27,05% alla sesta puntata. Il reality accusa il colpo di Don Matteo, che piazza alla quinta puntata del GF6 un ottimo 25%, battendo in sovrapposizione con il primo episodio il reality, mentre alla sesta puntata del GF mette in scena un 24%, non eccezionale di per sè, ma supportato dai 6.340.000 telespettatori incollati a RaiDue per seguire le evoluzioni di Carolina Kostner alle Olimpiadi di Torino (qui l’analisi della serata e alcune considerazioni). La sovrapposizione comunque dà ragione a Don Matteo. Per il Grande Fratello sembra crisi, Mediaset sbandiera i dati della fascia di pubblico 15-64 anni per contenere la delusione, ma le difficoltà sembrano insuperabili. La settima puntata del GF6 vede in scena il Sanremo non esaltante di Panariello, si risale comunque la china con il 28,44%, mantenuto anche all’ottava puntata, mentre la nona, che fa segnare il 31% netto di share, vede comunque la vittoria in sovrapposizione di Don Matteo, che con il 27% consente a RaiUno di vincere il prime-time. Naturalmente, lo share maggiore del GF è dovuto anche al protrarsi per più di un’ora e mezza rispetto al competitor della rete ammiraglia Rai. Anche la decima puntata, nonostante il 30,38% di share riportato, subisce l’affronto di Don Matteo, che vince ancora nel periodo di sovrapposizione, benchè Mediaset si esalti con il successo nella fascia 15-64 anni. Le ultime quattro puntate, anche a fronte di una stabilizzazione di Don Matteo e della crescente attesa per la finale, mantengono il GF sopra il 31% di share, ma la penultima puntata, con il 31,36% di share, è la peggiore di sempre.

Ora, è chiaro che parlare in termini numerici e di raffronto è sempre riduttivo, ma è la soluzione più semplice e rapida per tentare confronti. Complessivamente, in termini di share, Il GF6 non può essere considerato un flop totale, e sicuramente non peggiore rispetto all’edizione precedente. Il calo di pubblico è sensibile, ma d’altronde soo state prodotte ben 6 edizioni, ed è inevitabile una flessione dell’ascolto, simboleggiata anche da una costante diminuzione del bacino complessivo di telespettatori davanti al reality di Canale 5. L’ultima edizione ha senza dubbio subito la pressione di Don Matteo, che l’ha spesso spuntata sul Grande Fratello nella sovrapposizione. E’ comunque chiaro come l’ultima edizione, così come le ultime precedenti, non possano essere considerate, nel complesso, deludenti, essendo almeno di 5 punti sopra la media di rete (che per Canale 5 e RaiUno si aggira attorno al 24%): ma sicuramente le ultime sono in flessione, nonostante, ribadisco, rimangano portatrici di ottimi risultati di ascolto.

Attendiamo la finale di domani per stendere un confronto complessivo e comprensivo della puntata finale del reality.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: