"ROME", FINITA L'AGONIA. ED E' GIA' SECONDO CIAK


Era logico, non ci potevamo aspettare il miracolo. L’ultima accoppiata di episodi della serie Rome, andata in onda venerdì 28 aprile concludendo così la prima serie, ha toccato completamente il fondo. Soltanto la miseria di 1.357.000 telespettatori, per uno share mignon del 5,29% ha seguito l’epilogo del kolossal (!) che sembrava destinato a ricoprire il ruolo di prodotto di punta di RaiDue, e che invece si è affossato sulla falsariga dell’altro flop della rete guidata da Marano, il telefilm The 4400, di cui tanto ci siamo occupati in questo blog, imprecando contro l’Auditel ammazza-telefilm.

La media finale di Rome, ricordiamo produzione HBO, BBC e Rai Fiction (un bel trust di case di produzione, soprattutto quella di Stato, che ha deciso di aumentare i finanziamenti da utilizzare), è decadente: 1.920.000 telespettatori, 7,44% di share, inutile ricordare che siano dati nettamente inferiori alla media di rete in prime time (almeno l’11%), agli ascolti della prima serata di RaiTre nonchè alle aspettative intorno a questo progetto suggestivo. Una delusione, dunque, che non esimerà certo Rome dal ringalluzzire prossimamente con la propria presenza la rubrica Il Mio Nome E’ Flop. E da una parte ci piange pure il cuore, i soldi non sono mancati nell’investimento sulla fiction, ambientazione, costumi e sceneggiatura d’alto livello, al massimo potremmo aggrapparci alla debole presa dello storyboard. Ma dall’altra il responso del pubblico è chiaro (ammesso che i dati d’ascolto rappresentino l’unica fonte sicura del gradimento del pubblico): Rome non ha raccolto il successo che, alla fine dei conti, un po’ si meritava.

E dire che in tutti gli altri Paesi in cui la fiction è stata trasmessa, dall’Inghilterra all’America, Rome ha riscosso immediatamente un ottimo riscontro di pubblico. In Italia invece no, forse perchè noi ci siamo dovuti sorbire una versione edulcorata ad hoc criticata persino dal Washington Post, che elegge questo motivo come causa del flop non così atteso su RaiDue. Le polemiche ci sono state, specialmente nella prima messa in onda: la versione fatta su misura per il pubblico italiano, depurata di violenzasesso (anche omosessuale), in realtà non era così ferrea nell’applicare il principio della censura invocata, finendo comunque per mostrare scene violente e contenuti non proprio adatti ad un pubblico non adulto, ma rispecchianti – e la storia ce lo ricorda – l’epoca romana ritrascritta sottoforma di serie tv. Oppure chi voleva gustarsi la versione integrale, naturalmente in lingua originale ma sottotitolata in italiano, ha fatto più facilmente ricorso alle meraviglie del peer-to-peer.

E’ notizia di qualche giorno il ciak scatttato per le riprese della seconda stagione (delle cinque previste) di Rome, sempre negli Studios di Cinecittà a Roma. Questa volta le puntate saranno soltanto 10, invece dei 12 episodi della prima stagione, e arriveranno per primi negli USA negli inizi del 2007. Dal prossimo anno, naturalmente, sbarcheranno in Italia, e non si sa ancora se verrà mantenuta questa collocazione (o di spostare la serie in seconda serata, come si era ventilato all’indomani del flop dell’esordio della prima serie). E’ comprensibile auspicarsi, ahimè, il proseguimento del flop.

Annunci

2 responses to “"ROME", FINITA L'AGONIA. ED E' GIA' SECONDO CIAK”

  1. illogiko says :

    F A V O L O S O!!!!! Non ho parole per descrivere questo blog! E’ davvero pane per i miei denti! Finalmente ho trovato qualcuno che si nutre di televisione come me!!!!
    Sei mitico, davvero!!!!! Subito linkato nella mia stanza!
    Comunque mi aspettavo più post sul mio attuale cult…LOST!!!! Uno dei telefilm più intriganti dai tempi di Twin Peaks!
    Ti aspetto nel mio caos, è veramente tutto in disordine, ma se ti adatti ci si sta bene lo stesso!
    A presto e ancora BRAVO!!!

  2. sbirciolo says :

    Ti ringrazio tantissimo per gli apprezzamenti, fanno sempre molto piacere! Appena posso ricambio volentieri la visita, ricordando che chiunque sia appassionato di tv qua è il benvenuto 😉
    Non parlo tanto di Lost semplicemente perchè non lo sto seguendo, anche per via un’acerrima selezione di palinsesto, ma appena posso inizierò a seguirlo. Sto seguendo altri telefilm, e comunque spero prossimamente di approfondire il genere.
    Grazie ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: