"SOTTOCASA", LA RISPOSTA RAI A "CENTOVETRINE". FLOP ANNUNCIATO?


Parte oggi pomeriggio, alle 14.10 (dopo il TG1 delle 13.30 e l’appendice economica delle 14.00) la nuova sfida di RaiUno al dominio soap-operaro di Canale 5. Essì, bisogna rompere le gerarchie del primo pomeriggio, dopo Beautiful (che fa il 33% di share, in linea con l’andamento del telegiornale Rai), bisogna ridimensionare lo strabordante successo di Centovetrine, che si attesta sul 31% di share, nonostante i continui stravolgimenti di trama e cast per via di abbandoni e rivelazioni. E così da oggi attendiamoci l’ennesima scommessa Rai, questo Sottocasa, progetto di lunga serialità (e Saccà, alla presentazione della serie, ci tiene ad inculcare la definizione di real drama) destinato a ridistribuire equamente gli ascolti del dopo pranzo (RaiUno a stento supera l’11% di share in quella fascia oraria), puntando magari a sottrarre pubblico prezioso proprio all’ammiraglia della concorrenza.

E non che si parta proprio benissimo. Già il titolo è meno accattivante dei nomi che la Fiat dà alle sue auto, aggiungiamoci la sigletta che dovrebbe avere la missione di tediarci ad ogni inizio puntata – non me ne voglia Lucio Dalla che stimo, ma il motivetto confusionale che ha preparato appositamente per la soap è molto meno allettante rispetto alla ritrita canzoncina di Gianni Morandi che intona l’arrivo della puntata giornaliera di Centovetrine. E non si tratta neppure di una produzione totalmente italiana, no. Pure qua c’è lo zampino di un format internazionale, "Marienhof" di Bavaria Media e la scommessa di riuscire a colpire nel segno, visto che già ben 190 puntate sono state preparate, sperando nelle successive. Beh, però ci sono protagonisti di una certa caratura (?): Fabio Testi e Angela Melillo, tra i più. Essì, personaggioni. Due reclute riciclate dai reality (rispettivamente L’Isola Dei Famosi 1 e La Talpa 1) ma pronte a ritornare in pista per ridiscutere il proprio fascino – la Melillo da quanto tempo è attrice? Boh. Tutti convogliati nella Piazza Della Meridiana a mettere in piazzia i propri problemi, le proprie aspirazioni, le proprie paure. Solite famigliole (già imparentate sordidamente?) a combattere con i mali e i vizi e le virtù del proprio tempo, sceneggiatura che si presuppone in qualche modo rivoluzionaria ma ho un forte sentore di deja-vu e di inconsistenza di appeal di pubblico.

COLLOCAZIONE IN PALINSESTO // Subito dopo il TG1 Economia, dalle 14.10 alle 14.35.

PUNTATE PREVISTE // 190. In attesa naturalmente della conferma per le successive.

FORMAT & DINTORNI // Il format originale è tedesco, Marienhof, prodotto da Bavaria Media e in Germania va in onda su Rete 1 dal lunedì al venerdì alle 15. La soap ha toccato da poco le tremila puntate, realizzando ottimi ascolti: lo share infatti varia dal 14% al 18%, quando la media di rete è del 14%. Il format potrebbe pure sbarcare nei Paesi dell’Est visti i buoni riscontri internazionali.

VISIONE AUSPICATA // Premetto che non ho mai avuto grande stima dei prodotti-soap Rai, a partire da Un Posto Al Sole che considero la peggiore produzione mai esistita, lontanamente paragonabile alle serialità da sit-com americane e pure senza un briciolo di veridicità delle scene: pare di stare vicino a chi recita, al teatrino di periferia. Un grado avanti – nonostante pecche evidenti – considero le soap di Canale 5, Vivere e Centovetrine, maggiormente coinvolgenti e con una recitazione che si avvicina di più ai modelli americani, adocchiando ancora gli stereotipi delle fiction nostrane. D’altronde, hanno ormai irrobustito il pubblico di affezionati, visto che vanno in onda da una manciata di anni. Ergo, temo un altro sonante flop di RaiUno nella fascia della pennichella, e pure al primo tentativo anni fa (con un progetto di soap che ora non mi sovviene…) le menti di viale Mazzini fallirono miseramente. Chissà se questa produzione artigianale di Sottocasa riuscirà a scalfire un successo che Canale 5 ha messo in cassaforte da tanti, troppi anni, per vedersi scippare lo scettro della fascia pomeridiana. Io ne dubito fortemente. Sicuramente migliorerà la mediocre media di rete in quella fascia oraria, ma rivoltare

CREDITS // Sottocasa, produzione Videa CDE realizzata per RaiFiction da Sandro Parenzo, regia di Alberto Ferrari.

Advertisements

One response to “"SOTTOCASA", LA RISPOSTA RAI A "CENTOVETRINE". FLOP ANNUNCIATO?”

  1. Johnk843 says :

    Hi Dear, are you in fact visiting this website daily, if so then you will definitely take fastidious knowledge. ekddfdbddkbd

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: