"IL MIGLIORE" PEGGIORA AL MARTEDI' SERA. PIERSILVIO E SCHERI SODDISFATTI


Seconda apparizione di Mike Bongiorno con la sua nuova creatura, Il Migliore – Sfida Di Intelligenza, passata eccezionalmente ieri sera rispetto alla collocazione prevista del giovedì sera. Dopo l’esordio a mio parere non particolarmente brillante – molti in realtà hanno esaltato il risultato dello storico conduttore alla partenza del suo nuovo quiz – ieri sera la seconda puntata ha perso oltre tre punti di share rispetto alla prima puntata di giovedì scorso, fermandosi a 1.697.000 telespettatori e il 7,11% di share. Probabilmente il calo di pubblico è dovuto anche all’agguerrita programmazione generale della prima serata, che vedeva due appuntamenti finali come MusicFarm su RaiDue e Distraction su Italia 1, nonostante questi ultimi prodotti non abbiano realizzato ascolti strepitosi, pu trattandosi delle ultime puntate. Qualche apprezzabile miglioramento comunque c’è stato: ritoccando la formula e i tempi dei vari giochi, gli autori hanno recuperato almeno venti minuti, evitando così di rasentare la mezzanotte come accadde alla prima puntata, con annesso mea culpa del conduttore. Ma d’altronde lui stesso ha ammesso ai giornalisti, dopo la messa in onda della prima puntata, «ci sono ancora dei cambiamenti da apportare alla trasmissione. Stiamo lavorando in questo senso e penso che riusciremo ad essere pronti per la terza puntata». Non rimane così altro che attendere giovedì prossimo per apprezzare sostanziose modifiche, per un quiz che è ancora eccessivamente lungo e tendente al tedio. Il pubblico se n’è senz’altro accorto, ergo urgono soluzioni correttive.

In compenso, dopo la prima puntata, sia Piersilvio Berlusconi che Giancarlo Scheri si sono prodigati in complimenti e gesti di stima incondizionata a Mike Bongiorno – evidentemente il 10% di share raggiunto all’esordio ha fatto tacere eventuali ed opportune critiche al programma. «Il grande Mike ieri sera – esordisce così il vicepresidente Mediaset ha dimostrato non solo di essere il padre nobile della televisione italiana ma anche un campione in piena attività che quando scende in campo gioca bene e fa gol. Bravo anche il direttore di Retequattro Giancarlo Scheri che ha riportato in prima serata un genere, il quiz classico del giovedì che il pubblico ha sempre amato, sapendolo aggiornare con elementi di modernità». Ecco, magari ci sfuggono gli elementi di modernità (Genius è il fratellino minore) se non nei difetti di un prodotto che cerca la tradizione tendendo – con rischio caduta – all’innovazione, e la prima puntata palesava questa difficoltà di conciliazione.

Anche il direttore di Rete 4, Giancarlo Scheri, ne approfitta per rinnovare la propria soddisfazione: «Ancora una volta, ma non ce n’era bisogno, Mike ha dimostrato che è lui il re del quiz e ha insegnato a tutti noi cosa vuol dire fare una bella televisione. Complimenti anche a tutta la squadra autoriale e produttiva». Per carità, le intenzioni erano ottime e la realizzazione nel complesso non malvagia, ma di certo le correzioni da fare sono notevoli e urgenti. Che Mike sia il re del quiz è innegabile: ma che lo sia del quiz moderno è ancora da verificare. E non esserne all’altezza non è assolutamente una colpa, ma un’amara constatazione del cambiamento dei tempi. Speriamo in modifiche evidenti per poterci esprimere in maniera più positiva.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: