L'ENPA CITA LA RAI PER IL PORCELLINO DI "AFFARI TUOI"


Ormai non ci stupiamo più di fronte a nulla. TGCOM riporta la notizia, diffusa alcuni giorni fa dall’ANSA, della simpatica (?) querelle tra l’ENPA, Ente Nazionale Protezione Animali, e la Rai, per la presenza del dolce porcellino (foto a lato TGCOM) che allieta, supportato dal delirante doppiaggio in stile Topo Gigio, il gioco dei pacchi di RaiUno, Affari Tuoi, condotto nel nuovo variopinto corso dalla sbarazzina Antonella Clerici. Da quanto si legge sul sito, «dopo numerose proteste da parte dei telespettatori la protezione animale ha deciso di intervenire multando la Rai per per non aver segnalato all’ufficio preposto alla tutela degli animali l’intenzione di inserire un piccolo suino nel cast della trasmissione. La tv pubblica rischia così di dover pagare fino a 500 euro di ammenda». 

Irrisorio l’indennizzo da pagare, ma è curiosa la svista dell’azienda di Viale Mazzini, rea di non aver informato né in tempo né involontariamente della presenza dell’animale in studio. Nel quale è ben collocato in un recinto, libero comunque di spostarsi all’interno, ma spesso al centro della scena, o meglio continuamente colpito dai riflettori che, sempre secondo l’ENPA, generano «enorme confusione, situazione di sicuro stressante per il povero animale, tra l’altro in giovane età». Numerose le lettere e le e-mail piovute all’indirizzo dell’associazione da parte dei telespettatori inteneriti dal porcellino: un numero così elevato da spingere l’ENPA a muoversi pubblicamente. L’associazione stessa fa presente come a Roma «l’utilizzo di animali in spettacoli e riprese televisive è vincolato alla comunicazione preventiva all’Ufficio tutela animali, che dispone gli opportuni controlli al fine di verificare che gli animali coinvolti non siano maltrattati o tenuti in condizioni improprie. La Rai – secondo l’Enpa – ha ignorato questa regola, non avvertendo in alcun modo l’Ufficio preposto, motivo per cui ha ritenuto opportuno procedere con la contestazione del verbale». Quello che ora si augurano dall’associazione è che il simpatico maialino venga sostituito da un più freddo peluche. Avrà lo stesso effetto sui bambini, che già da tempo, su ordinazione della conduttrice di Affari Tuoi, inondano la redazione con disegnini e proposte di nomi da affibbiare al cucciolo? E’ evidente come la scelta di puntare sull’animale voglia coinvolgere un ampio pubblico di giovanissimi, e ricalca la mossa acchiappa-target bambini di Ricci a Striscia La Notizia, che fin dall’epoca Greggio-Hunziker aveva fatto sfoggio del san Bernardo Boh, mascotte della coppia e poi finito in dono ad un’associazione terapeutica.

Si potrebbe stare ore a discutere se sia giusto o meno puntare i riflettori sugli animali, spiattellandoli nelle trasmissioni televisive come gustoso contorno del programma. Ci sono delle norme in materia. Piuttosto, crea imbarazzo che ci sia stato un movimento di sensibilizzazione verso i suini, tradizionalmente condannati alla graticola e a trasformarsi in fettine, bistecche e salsicce a consumo degli esseri umani. E’ un modo per veicolare il messaggio di tenerezza incontaminata, quando la realtà di tutti i giorni è ben diversa e questi atteggiamenti disarticolano le visioni soprattutto dei più piccoli? Chi dice loro della fine che faranno? La stessa ENPA tutela gli animali da spettacolo, compresi i porcellini, ma – salvo sviste del sottoscritto – tace sulla macellazione industriale delle povere bestie? Quando le contraddizioni sono all’ordine del giorno. Il prossimo caso, prego.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: