IL VALZER DELLE POLTRONE NEL SALOTTO RAI: GLI ULTIMI PASSI DI DANZA


Dopo la guerra delle poltrone, con individuazione benché ancora offuscata dei protagonisti principali, da qualche giorno è scattato il valzer delle poltrone: la girandola è appena iniziata in casa Rai, dove si valutano nuove personalità sui troni del potere ai piani alti di Viale Mazzini.

Ormai silurato Fabrizio Del Noce, partente da direttore di RaiUno (verso lidi Mediaset, Sky o Rai di New York?) e pare unica certezza fino a questo momento in mezzo all’indistinto marasma di voci di corridoio e candidature ufficiose, e dato quasi per scontato l’abbandono anche di Alfredo Meocci per il caso di incompatibilità sancita dall’Autorità per le Comunicazioni, la carica di direttore generale della Rai sembra ora ben salda nelle mani di Claudio Cappon, ben visto da entrambi i poli e nome non nuovo all’incarico, che lo stesso Cappon aveva ricoperto dal 9 febbraio 2001 al 19 marzo 2002 ed attualmente amministratore delegato della Consap. Giovanni Minoli, che in un primo momento era dato alla poltrona di RaiUno al posto di Del Noce e poi unico pretendente alla carica di direttore generale, ricoprirà il ruolo di vicedirettore generale, anche se Dagospia fornisce oggi i nomi di già tre vicedirettori generali: Giancarlo Leone (Udc), Guido Paglia (An) e Marcello Del Bosco (Ds). RaiTre, invece, potrebbe fornire le novità maggiori: se prima Ruffini, direttore di rete, e Di Bella, direttore del TG3, non sembravano implicati nel delizioso valzer delle cariche, ora invece pare proprio che per i due si prospetti un salto in avanti, finendo addirittura sulla rete ammiraglia, rispettivamente direttore di rete e direttore del TG1. Questo secondo il quotidiano Repubblica.

Affari Italiani, invece oggi conferma le prime indiscrezioni originarieMinoli alla guida di RaiUno e Ferruccio De Bortoli al TG1. Variazioni invece per quanto riguarda gli altri due telegiornali Rai: via Mauro Mazza dal TG2 e dentro Angela Buttiglione, mentre il TG3 lascia la cura di Di Bella e passa al quotato nome di Bianca Berlinguer. Clemente Mimun, dato pure lui in partenza nonostante la smentita del diretto interessato, invece avrebbe adocchiato il vertice di Rai Sport, considerate ormai certe le dimissioni di Fabrizio Maffei, dopo l’implicazione della redazione sportiva nel vortice di Calciopoli. Roberto D’Agostino su Dagospia invece recupera la candidatura di Minoli a direttore del TG1 e quella di Paolo Ruffini stabile sulla cattedra del TG3., anche perchè, da quanto afferma Cesare Lanza su Lamescolanza.com, pare abbia già declinato la candidatura. Vediamo di dipanare la matassa e diamo ai protagonisti in gioco le candidature finora pervenute:

CLAUDIO CAPPON: direttore generale RAI

GIOVANNI MINOLI: direttore RaiUno, direttore TG1, vicedirettore generale RAI

CLEMENTE MIMUN: direttore TG1, direzione Rai Sport

PAOLO RUFFINI: direttore RaiUno,

ANTONIO DI BELLA: direttore TG3, direttore TG1.

BIANCA BERLINGUER: direttore TG3

FERRUCCIO DE BORTOLI: direttore TG1

Riassumento, per la direzione del TG1 i nomi sono: Giovanni Minoli, Clemente Mimun, Antonio Di Bella e Ferruccio De Bortoli, con quest’ultimo in vantaggio rispetto agli altri pretendenti. Completa il fanta-schieramento Cappon alla direzione generale RAI, la Berlinguer al TG3 e Minoli direttore di RaiUno. Ci scommettiamo una Dreher – che tra l’altro neppure mi piace? 

Annunci

2 responses to “IL VALZER DELLE POLTRONE NEL SALOTTO RAI: GLI ULTIMI PASSI DI DANZA”

  1. Radiotelevision says :

    Ciao Thomas, volevo salutarti visto che il mio blog va in vacanza. Sono contento che vieni spesso a trovarmi lasciando i tuoi interessanti commenti. Anche se vedo che sono l’unico a non essere stato linkato. Ma il mio blog è così: snobbato da tanti, che puntualmente vengono però a leggerlo. Non è il tuo caso ovviamente…
    Con riferimento al discordo su Linus ed etichette varie, ho dimenticato di dirti che fino a quando c’era ancora Cecchetto a Radio Deejay, l’etichetta discografica era la Dj’s Gang che insieme alla Marton Corporation producevano tutto ciò che usciva dall’estro dei dj della Radio. Quindi un tempo, almeno, si producevano da soli. Naturalmente adesso la Dj’s Gang non ha più nulla a che fare con Radio Deejay ma credo che Linus e fratello abbiano una propria etichetta discografica, anche se non direttamente collegabile a loro…
    A presto, Matt

  2. sbirciolo says :

    Ciao Mattx,
    sì, ho notato che avevi già tolto le tende 😉
    Per quanto riguarda i link e roba varia del blog, mancano una valanga di collegamenti anche alle sezioni del blog stesso, appena ho tempo aggiorno. Per ora sono immerso in una marea di cose da fare.
    Bene, con questa ultima precisazione abbiamo recuperato i fasti di Radio Deejay ai suoi albori. Rimane comunque il fatto che oggi Linus abbia ridotto le sue competenze e che alla fine sotto sotto se ne freghi pure un po’.
    A presto e buone vacanze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: