TELEVEDREMO #2 // "MISTER" MAGALLI E COME ACCHIAPPARE PUBBLICO IN 5 PUNTATE


Bene, la missione è quella di raggranellare subito una buona dose di telespettatori in soli cinque giorni. Impresa ardua, anche perchè dall’altra parte della barricata rimane, per l’ultima settimana di programmazione, Striscia La Notizia, che si libera per una settimana di Affari Tuoi. Dal 5 al 10 giugno sarà Giancarlo Magalli a raccogliere le redini dall’accessprime time di RaiUno, subentrando ad Antonella Clerici e proponendo, come anticipato, Mister, la sua nuova creatura che proverà a far piacere al pubblico abituato ai pacchi sorpresa giocando col mondo dei cognomi.

Format tutto italiano, si precipita a ricordare Giancarlo Magalli, deputato a testare un prodotto nuovo in soli cinque appuntamenti, che «sono pochi per poter avere dei risultati definitivi, ma certamente sono abbastanza per averne di indicativi. Speriamo che l’esperimento funzioni», commenta a TGCOM. Omettendo che si sfida Striscia e che si è a giugno. Vabbè, saranno bazzecole. Ok che il prodotto è tutto made in Italy, ma è pure autoprodotto dalla stessa Rai o c’è di mezzo qualche casa di produzione? Per ora rimane ignoto. In compenso è stato quasi completamente svelato il meccanismo del gioco. Mister si svolge in due tronconi: nella prima parte il concorrente designato riceve in consegna una lettera dell’alfabeto estratta a sorte, che rappresenta la prima lettera del cognome da comporre. L’obiettivo è formare il cognome più lungo possibile, che sia naturalmente esistente e con il supporto di domande a risposta multipla: ogni risposta esatta fa accumulare al concorrente altre lettere. Una volta composto il cognome, il concorrente, per accedere al premio, dovrà telefonare ad una delle tante persone con lo stesso cognome individuato e al pronto del malcapitato alla cornetta il concorrente porta a casa il malloppo. Sento odore di già visto – giochini col telefono di Mara Venier? -, speriamo bene.

Nella seconda fase, invece, quella che mette in palio la bellezza di 500.000 euro come jackpot massimo – e ormai non se ne può fare a meno di una vincita così prosperosa, sul modello di Affari Tuoi monopolizzatore quizzarolo della fascia dell’access-prime time – il concorrente dovrà indovinare, attraverso il supporto di domande ed indizi, il cognome che si cela nella busta del conduttore. Una fase, questa, molto statica e tradizionale, dopo una prima molto più interessante e frizzante, che già prevede noia. Per fortuna ci pensa una rubrica, in mezzo alle due fasi, dal nome provvisorio "Fate Causa Ai Genitori", come ipotizza Magalli sempre a TGCOM: ospiti personaggi e individui che presentano un cognome particolare o accostamenti di nome e cognome bizzarri e a volte decisamente incredbili. Almeno daremo un volto a personaggi i cui nome e cognome leggiamo dall’inizio dei tempi negli spazi umoristici del Web.

Il tutto, naturalmente, da svolgersi nel giro di una trentina di minuti. Ed è noto che Magalli non è propriamente un maestro di velocità e ritmo, anzi. Riuscirà il conduttore di Piazza Grande nell’impresa che già si prefigura poco nelle sue corde e a rappresentare una valida alternativa ad Affari Tuoi in soltanto 5 serate? Buona fortuna.

Annunci

One response to “TELEVEDREMO #2 // "MISTER" MAGALLI E COME ACCHIAPPARE PUBBLICO IN 5 PUNTATE”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: