GOVERNO PRODI IN BARCA E NUOVO TOTOPOLTRONE IN RAI: VIA ALLE SCOMMESSE


Doveva esserci una rivoluzione, e invece, anche con l’avvento di Prodi e dell’ingombrante ciurma di centrosinistra al governo, la Rai è rimasta pressappoco la stessa. Si sono registrati cambiamenti minimi, dopo il marasma che aveva accompagnato pronostici e aspettative sullo spoil system a Viale Mazzini. Gianni Riotta al TG1 al posto dello scontato addio di Clemente J. Mimun (a quando il TG5?), Caprarica al Giornale Radio. Per il resto, tutte le poltrone sono rimaste congelate. Insieme alla nomina, rimasta invisibile, di Giovanni Minoli, che sarebbe dovuto diventare direttore TG1, direttore RaiUno, vicedirettore generale Rai. Accontentandosi però di lanciare corpose frecciate dalla poltrona di La Storia Siamo Noi (l’ultima puntata dedicata alla tv e alla mazziata alla Endemol è stata più che disgraziata per i toni sospettosi utilizzati dal padrone di casa – ed è noto quanto Minoli sia tollerato zero dal sottoscritto). Ora però ci ritroviamo governo in barca e speranze disattese, con un iceberg sempre più vicino e una nave ridotta ad umile carcassa. Uno scenario perfetto per riaccendere i motori del totopoltrone.

Ad aiutarci nell’impresa c’è Marco Castoro dalle colonne de Italia Oggi. Partiamo da Cappon, l’attuale direttore generale Rai, costretto a misurarsi quotidianamente con molteplici grattacapi, dalle nomine bloccate al cda che rimane in bilico, senza accennare la caduta. Dietro di lui scalpita proprio Minoli, il quale, vedendosi sfilate tutte le possibilità ventilate mesi fa, non è neppure riuscito ad aspirare al comando di RaiDue. Ma Minoli è insidiato dal più papabile Maurizio Beretta (Confindustria), spinto dalla premiata ditta Curzi, Rognoni e Petruccioli, ormai stanchi delle menate di Cappon, sostenuto soltando da Rizzo Nervo. La sensazione è che serva attendere un colpo grosso perchè avvenga il ricambio.

Ma la merce più succulenta risiede nuovamente nella sezione tg, nella quale il parapiglia è sempre vivace e divertente. Il TG1 continua a macinare ascolti alle 20, ma l’edizione delle 13.30 non riesce a contrastare una costante emorragia. Gianni Riotta, nominato direttore giusto nove mesi fa, pare si sia già stancato di rendere conto a tutti del suo stile, macchiato dall’alone del famigerato panino politico e dai recenti fischi cancellati in favore di Prodi: i nuovi obiettivi ora puntano verso la carta stampata, destinazione Corriere o La Stampa. Il posto lasciato vacuo stuzzicherebbe Antonio Caprarica, che lascerebbe di corsa RadioRai (anche se l’ambizione maggiore lambisce la poltrona di RaiUno), ma anche Badaloni (Rai International) e Mineo (RaiNews24) ci stanno facendo un pensierino. Anche il direttore del TG3 Antonio Di Bella vorrebbe finalmente cambiare aria, sostituendosi a Giulio Borrelli nella sede Rai di New York: lo scambio potrebbe avvenire molto rapidamente. Per le Tribune Parlamentari spingono invece Amen e Ferragni, con Maccari che però resta favorito, per succedere al partente Mimun (destinazione TG5, ma chissà ancora quando).

Sicuri della poltrona sotto le natiche rimangono Mauro Mazza (TG2) e Antonio Marano (RaiDue), affiliati al centrodestra e fieri di mantenere ben piantata in un suolo nemico la bandiera dell’opposizione, nonostante il TG2 continui a perdere colpi (e il tg suddiviso in due per sbeffeggiare l’Auditel è un chiaro segnale di nervosismo) e RaiDue non brilli certo per entusiasmo. Ma anche il direttore leghista ha avuto di che soffrire, dopo il flop Votantonio, che ha agitato le già torbide acque della sua imperfetta gestione.

Annunci

One response to “GOVERNO PRODI IN BARCA E NUOVO TOTOPOLTRONE IN RAI: VIA ALLE SCOMMESSE”

  1. sbirciolo says :

    C’E’ FERMENTO A RAISPORT: VIA MASSIMO DE LUCA, SULLA POLTRONA SIEDERA’ BARTOLETTI?[..] Anche RaiSport pare essere interessata dal vento movimentato del totopoltrone, fenomeno che in Rai si ripete ciclicamente e che sta già interessando tutti i piani alti dell’azienda. Anche nel reparto sportivo di Viale Mazzini la tensione si affe [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: