'COLPI DI SOLE' NON DECOLLA, ANZI PRECIPITA. DALL'ENTUSIASMO DELL'ESORDIO ALLA RASSEGNA DEI PECCATI


Inutile girarci attorno, Colpi Di Sole non funziona. I dati Auditel sono piuttosto loquaci quando si tratta di sottolineare con appetente sconforto il precoce fallimento della nuova sit-com di RaiTre, tanto da dover rimpolpare senza riserve il manipolo di produzioni Rai che non hanno raccolto quanto auspicato, e sì che ce ne sono. Colpi Di Sole non cattura nessuno, l’appuntamento domenicale sfugge pure all’Auditel, il sabato raccoglie bricioline già spezzettate: il 16 giugno è scesa inesorabilmente al 3,23% di share con 536.000 spettatori, cifre da La7, senza che l’incentivo alla visione portato da Luciana Littizzetto, autrice di un cameo di cui si parlava fin dalle anticipazioni, sortisse alcun effetto, anzi. L’ascolto è precipitato, anche se RaiTre non s’è certo svenata nel promuovere la puntata speciale. Ma d’altronde nessuno si lamenta, o perlomeno non pare di sentire mugolii nei piani alti di Viale Mazzini: forse consci che si tratta di una sit-com senza pretese? E quindi da sistemare comodamente in estate, fuori da logiche Auditel e soprattutto in access-prime time su Raitre, tempi e luoghi meno indicati per una trasmissione che cerca i giovani?

Le strategie di palinsesto, apparse immediatamente suicide specialmente per un prodotto nuovo, ora però sembrano lasciare il posto ad una ventata piuttosto gelida di stilettate nei confronti di Colpi Di Sole. Che al sottoscritto non dispiacque più di tanto alla prima visione, tanto che anche Aldo Grasso si adoperò in una recensione sul Corriere che lasciava volentieri spiragli di sorriso. Fattore entusiasmo a prescindere, evidentemente. Perchè se si cerca di penetrare con insospettabile arroganza tra i tessuti della sit-com, si scovano inconvenienti pecche, a prima vista magari ignorabili, ma che alla lunga, divenendo ripetitive, possono frenarne la visione. MilleCanali parla così di Colpi Di Sole:

Colpi di sole è l’ennesima sitcom (questa volta su RaiTre) che fa un po’ fatica a farsi apprezzare, nonostante le buone intenzioni degli autori, i quali avevano annunciato che nella sitcom si sarebbe parlando di problemi dei nostri tempi (famiglia, omosessualità, ecc..). In realtà c’è lo sberleffo continuo e irriverente, la scenografia è splendida, colorata e accattivante, ma i testi ricordano un po’ troppo quelle della Premiata Ditta e le trovate sono a volte incomprensibili o per niente esilaranti. Un centro estetico femminile, diretto da un parrucchiere rigorosamente gay (un luogo comune dei più diffusi, ma gli autori si riscattano quando lo fanno cadere in crisi perché si stente attratto dalle donne), una manciata di shampiste (rigorosamente stupide), clienti noiose, troppo esigenti e la solita telecamera fissa, nascosta dietro uno specchio che amplifica eccessivamente le vicende e costringe i protagonisti a fissarla, appesantendo il tutto.

Tralasciando colpevolezze eccessive, selvaggiamente rintracciate nell’analisi sopra, è comunque evidente che in Colpi Di Sole c’è una insostenibile leggerezza di dialoghi, personaggi e scenette che rasenta una prematura insopportabilità. Una sit-com che nasce già macchietta, che cerca di ironizzare sul mondo unto e colorato di un salone di bellezza, finendo per ritrarre con una goliardia superflua la propria caricatura, enfatizzandone senza maestria i tratti più pruriginosi e discordanti. Anche Mirella Poggialini, dalla sua rubrica su Sorrisi & Canzoni TV, non lesina qualche accesa critica:

CINQUE a Colpi di sole di Raitre, che vorrebbe catturare gli spettatori di Fazio ma propone una serie di scenette scipite e farsesche, recitate con spigolosa rigidità e poco spiritose: la forfora come metafora è sgradevole, i rimandi satirici sono deboli. Dov’è la sceneggiatura?

La sceneggiatura c’è, ma è ben nascosta, e anche quando c’è da disquisire di attualità e problematiche esistenziali, sembra di tuffarsi in un bollettario di gags demenziali che non certo sguazzano in una spigliata analisi, preferendo invece vendersi con sfacciata frivolezza alla ricerca di una battuta che spesso tradisce. Il cast non se la caverebbe poi così male, se si togliesse d’impaccio da quelle urticanti maschere nevrotiche che si sono appiccicate con coraggio, immolandosi ad una comicità spiccia che travalica la più brillante irrealtà. E poi c’è quella telecamera fissa, divenuta ormai stra-abusata e icona di un genere già inflazionato. Una modalità di ripresa divenuta insostenibile se ci si mettono perfino gli sguardi fissi a privarci di un minimo di serietà realizzativa. Il problema delle scelte di palinsesto potrebbe anche accoppiarsi a questa brulicante scorpacciata di nei: cambiare collocazione lo si fa sempre prima di dichiarare il decesso. Ma sembra che alla Rai, piuttosto che tentare di valorizzare una propria produzione, anche se magari non proprio così eccelsa ma comunque degna di essere testata in condizioni ottimali, ci si accontenti di occupare spazio vuoto in palinsesto, senza preoccuparsi di flop da dover gestire, visto che siamo fuori da periodi di garanzia. Magari, prima di riproporre una sit-com in tv, ci penseranno di più.

Annunci

One response to “'COLPI DI SOLE' NON DECOLLA, ANZI PRECIPITA. DALL'ENTUSIASMO DELL'ESORDIO ALLA RASSEGNA DEI PECCATI”

  1. sbirciolo says :

    RAIDUE HA ‘7 VITE’: BASTERANNO PER EVITARE COSTANTI DECESSI?[..] Ci risiamo. Alla Rai hanno ancora voglia di sperimentare, nonostante un’impressionante catalogo di fallimenti senza appello nel settore sit-com. O Oppure Perchè farà parte di questa nuova esuberante categoria il nuovo progetto per il pres [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: