SIMONA VENTURA CELEBRA LA SUA RINASCITA. CON UN BEL DIETROFRONT AL SAPORE DI SMACCO


E’ rinata, Simona Ventura. Come l’araba fenice, «risorgo dalle ceneri», annuncia con la recuperata verve, tornata a farle brillare gli occhi e a ristabilirla dopo una violenta carriolata di fango raccolto per strada. La resurrezione, tutt’altro che scontata – anche se prevedibile per essere stata indotta – avviene sulle pagine di Vanity Fair. A cui Simona si rivolge di nuovo per legittimare il suo ritorno in quinta marcia, dopo aver viaggiato controvoglia con la retromarcia. Tempo fa al settimanale si era frettolosamente esposta come nuova icona di RaiUno, ormai lanciatissima nel conquistare quel pubblico tradizionale più incline a consacrare personaggi televisivi. Invece l’agognata promozione nella prima rete ha partorito una celeberrima delusione, che ha i contorni bruciacchiati di Colpo Di Genio e delle intemperanze frenetiche e poco sdolcinate con quelli di Miss Italia, anche se si dovrebbe leggere Patrizia Mirigliani, insomma la querelle per assicurarsi un posto a Salsomaggiore, prima di essere sbattuta fuori con le più rozze maniere.

La patroncina della kermesse non aveva certamente gradito il flop di Colpo Di Genio, che in effetti è catalogabile con successo come esperimento più malriuscito della sfolgorante carriera della conduttrice. "Il programma non è riuscito – ammette Simona – mancavano le idee. E io in particolare ho sbagliato a pensare che, per andare su RaiUno, dovevo cambiare me stessa". Bastava cambiare rete. E infatti in autunno rieccola su RaiDue, rieccola al comando dei programmi che è ben conscia di saper condurre come nessun’altro, programmi che le sono cuciti addosso. Prima Quelli Che Il Calcio…, poi L’Isola Dei Famosi, che è di una taglia troppo impegnativa per essere indossata senza gemiti da Monica Leofreddi, la candidata che sembrava più probabile per sostituire la Ventura, che invece prediligerebbe ben altre cuciture. Fallimento? Recupero di coscienza? Simona dice di essersi trasformata in una conduttrice tradizionale, in una «presentatrice classica»: un mutamento sconveniente, dai risultati pessimi. E invece era sempre lei, Supersimo, solo che, molto più semplicemente, si trovava alla guida di un programma altrettanto pessimo, dalle capacità di improvvisazione inesistenti e di per sè poco coinvolgente. Con l’aggravante che il pubblico non era certo quello simil-carampano della seconda rete, che davanti alla tv ci stanno anche zia Assunta e nonna Rosa e bisogna tentare di convincerle che non si campa soltanto di Toto Cutugno o Raffaella Carrà. Simona s’è riproposta tale e quale, con quel suo fare sferzante e scintillante che non può logicamente far presa su un manicotto insaziabile di anzianotti. Più che Simona, mancava il programma, quello sì era assente. Sarà per la prossima, allora. «Tornerò su Raiuno – confessa senza demoralizzarsi – ma con un programma nuovo, cucito addosso a me: lo stiamo preparando col direttore Fabrizio Del Noce».

Il capo di RaiUno e quello di RaiDue, Antonio Marano, non a caso sono state le due persone che l’hanno supportata, hanno evitato che si piegasse ai piagnistei vuoti come case abbandonate, «non mi hanno fatto mai mancare la fiducia, anzi mi hanno rinnovato il contratto per due anni». Se Del Noce ha investito su di lei con tutta l’insistenza di un corteggiamento agognato, Marano non ha mai smesso di farle la corte, anche quando Simona annunciava il trasferimento su RaiUno, e per l’occasione ha goduto dell’apporto di Giorgio Gori. Fu lui, infatti, a pressarle l’animo per ristabilirla nel suo ambiente naturale, l’unico che la metta in condizione di esplodere. «L’Isola è casa tua», le ripeteva, mentre «telefonava di continuo, non si è mai arreso, neanche davanti a un mio secco rifiuto». Il patron di Magnolia l’aveva intuito, che Simona si sarebbe spontaneamente consegnata al macero accettando la buia avventura nella prima rete, e voleva assolutamente sottrarla da un fallimento i cui sentori erano ben identificabili da un naso sopraffino. E ora che la debacle si è consumata con conseguenze più o meno deprecabili («Ho pensato seriamente, per la prima volta in vita mia, di mollare la tv, sono sempre stata molto combattiva, ma stavo troppo male» giura Simona), non rimane che progettare la rinascita, e renderla effettiva. L’Isola promette la sua completa e indolore reintegrazione, anche se profuma alacremente di furtivo passo indietro, e la Mirigliani junior l’aveva ben capito, che Simona a Miss Italia non si sarebbe rivelato un buon affare. Non è adatta per Raiuno, ripeteva con quel fare rintronato di una che improvvisamente confessava di aver preso un abbaglio, ma senza minimamente badare ai modi utilizzati per spettacolarizzare il suo disagio. «Per quattro anni la Mirigliani mi ha inseguito, per farmi condurre la manifestazione. Per anni ci siamo scambiate messaggi, regali di Natale, anche con suo padre», Simona non se lo spiega. Fa pendant con l’instintiva querela mossa repentinamente contro Patrizia, che «mi ha scaricato nel momento in cui ero più debole, è stato un gesto poco corretto nei miei confronti. Prima che come professionista, come donna». La Mirigliani è una testa calduccia: tuttora aspira ad un conduttore tradizionale, anche se la Ventura le piaceva eccome, per quel modo estroverso di sparigliare carte e ragnatele, però una volta gettato l’occhio sul dato Auditel di Colpo Di Genio, non s’è più ripresa. Quel 15% di share non l’ha certo rallegrata. E non che Simona abbia riso di gusto. "Però Funari ha fatto anche peggio, il 12% – dice come per scusarsi, ma in realtà non c’è traccia di recriminazioni – e dire che il suo programma era più bello del nostro: almeno c’erano le idee».

Schietta, sincera, la Ventura. Una professionista vera. Che come tutte improvvisamente si ingarbuglia e di sfuggita architetta una soluzione per ricomporsi più velocemente possibile, ma qualche pezzo sfugge e bisogna ritornare indietro per recuperarlo, pena lo sfascio totale. Con quell’umiltà che fatica ancora a scrollarsi di dosso l’invidia, Simona s’è ristabilita su RaiDue. Ma puntando sull’usato sicuro. S’è scottata troppo, e soprattutto senza vedere la fiammella, quando ha appoggiato bruscamente il dito su Raiuno. Lei non lo ammette, è rimasta la stessa dei fasti isolani, ma al pubblico di Raiuno non è piaciuta. Oppure non è piaciuto il programma. Però anche Le Tre Scimmiette non fecero certo furore, ma anche in quel caso il programma era una schifezza ingarbugliata che non poteva aiutarla a costruire il suo exploit. D’altronde il salto su Raiuno era troppo ghiotto per non essere spiccato, e Simona s’è gettata senza fare i conti con una serie sterminata di variabili. Rimane però saldo il dilemma: sarà Simona o sarà ciò che fa a non attirare il pubblico della prima rete Rai? Il passo indietro non aiuta certo a darsi risposte, la Ventura starà per un’altra stagione a crogiolarsi beata tra le sue certezze, senza però domandarsi se si tratti di spudorata sfortuna, coincidenze malevoli o disaffezione cronica. Se vorrà ripresentarsi al portone di Raiuno, farebbe molto meglio a premunirsi di previsioni azzeccate: digerirebbe l’ennesimo ed umiliante dietrofront, una come lei, adatta al meglio e al massimo?

Annunci

One response to “SIMONA VENTURA CELEBRA LA SUA RINASCITA. CON UN BEL DIETROFRONT AL SAPORE DI SMACCO”

  1. sbirciolo says :

    MONICA LEOFREDDI SBUFFA IN SILENZIO: SFUMATA L”ISOLA’, NESSUN SUSSULTO IN ARRIVO SU RAIDUE[..] Fa un po’ specie che anche una professionista silenziosa e a modo come lei sia dovuta ricorrere alla carta stampata per manifestare apertamente i primi segnali di disagio. Monica Leoffredi si affida al quotidiano per continuare con coraggio la sassaio [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: